Una scuola di Jazz
è anche una scuola di vita

L’elemento fondamentale che caratterizza il  jazz è  il tema dell’improvvisazione. Anche se non immediato, è comunque facile mettere in relazione temi formativi ed educativi nel valore autentico dell’improvvisazione, intesa non solo come “metodologia” e tecnica performativa ma come modalità di rapportarsi all’esistenza e alla “crescita” umana.
La SOJ-School of Jazz è scuola, ma anche scuola di valori umani dove le attitudini che si sviluppano nel suonare jazz sono portatrici di valori del vivere civile e di maturazione umana:
Ascoltare in gruppo cosa suonano gli altri è imparare ad ascoltare gli altri.
Condividere il divertimento nel suonare dove democraticamente si scambiano i leader nel gruppo è imparare l’ascolto delle diversità ed il rispetto per gli altri.
Sviluppare fiducia negli altri perché nel gruppo si può solo avere fiducia nel modo di suonare degli altri.
Sviluppare l’estro e la capacità da un errore di ricavare qualcosa di meraviglioso ed unico.
Imparare ad imparare nell’autoapprendimento comunque necessario nel percorso dell’acquisizione del linguaggio jazzistico.
Long Life learning che significa l’apertura a qualsiasi età per l’apprendimento di questo linguaggio espressivo.

Metodologie

Percorso triennale + biennale di specializzazione
Percorsi speciali per fuori sede e per adulti e lavoratori
Supporto di lezioni e materiale didattico online
Lezioni seminariali
Performance live

I nostri insegnanti

Franco Baggiani

Insegnante di Tromba, armonia, storia della musica afroamericana, musica d’insieme

Attivo dalla metà degli anni ’80, si è diplomato in tromba nel 199 ed ha un solida preparazione classica con studi di armonia e composizione alla scuola di musica di Fiesole. Parallelamente studia composizione e improvvisazione al Cam di Firenze e a Siena Jazz. Nella sua carriera ha messo il suo approccio personale alla tromba in 32 album di cui 18 a suo nome, spaziando dal Jazz al funk all’elettronica e all’improvvisazione radicale. Direttore e fondatore di alcune big band ha suonato in festival e rassegne di molti paesi europei Insegnante scrupoloso e appassionato, divulgatore convinto della cultura musicale afroamericana e di quella novecentesca europea.

Giulia Bartolini

Insegnante di Canto e tecnica vocale, armonia e composizione, musica d’insieme per cantanti

Giulia Bartolini comincia a studiare canto e pianoforte classico a 9 anni, poi a Bologna si specializza in canto jazz e pianoforte moderno. Tornata a Firenze ottiene la laurea in Composizione e arrangiamento jazz col massimo dei voti. Dal 2014 è attiva come cantante in diversi progetti, insegnante di canto e cantautrice. Col suo progetto di musica originale in italiano “Quiet Quartet” partecipa a molte rassegne in tutta Italia, arrivando alla finale del concorso internazionale per giovani talenti Jazzalguer 2021.

Marco Cattarossi

Insegnante di Basso, musica d’insieme, ear training

Marco Cattarossi, bassista, contrabbassista, arrangiatore, compositore, autore fiorentino, comincia i suoi studi con Walter Poli e continua a perfezionarsi frequentando numerosi seminari tenuti da musicisti di fama internazionale (Dave Holland, Joe Hubbard, Gregory Johnes, e molti altri.
La sua esperienza come bassista lo vede lavorare in diverse formazioni, dalla big band alle piccole formazioni, riuscendo a sviluppare una vasta poliedricità che gli ha permesso di approfondire vari linguaggi musicali, dal jazz al rock, dalla musica brasiliana al funk, all’uso dell’elettronica applicata al proprio strumento.
Ha all’attivo numerose esperienze discografiche ed ha suonato in varie tournée in diverse parti del mondo (Brasile, Francia, Austria, Germania, Svizzera, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna) Ha collaborato con artisti di fama nazionale e internazionale come Ginevra di Marco, Fabrizio Bosso, Gianluca Petrella, Gabriele Mirabassi, Riccardo Tesi, Riccardo Onori, Michael Lauren, Stefano “Cocco” Cantini, Franco Santarnecchi, Ruben Chaviano Fabian, Francesco Guccini, Cesare Cremonini, Pupi Avati, Davide Riondino, Alex Sipiagin e molti altri.

Valerio Morelli

Insegnante di Chitarra, tecniche dell’improvvisazione, ear training,
musica d’insieme

Inizia a suonare la chitarra a 12 anni e fonda il suo primo gruppo a 14. Negli studi classici consegue l’ottavo anno di chitarra. In ambito jazz partecipa a vari seminari : Mike Stern, Scott Henderson, Mick Goodrik, Joe Diorio, Jerry Bergonzi, David Liebman e molti altri ancora. Da oltre 30 anni insegna chitarra jazz, improvvisazione e Musica d’Insieme. È autore del metodo “Improvising the Jazz” (Carish Music). Ha organizzato seminari di artisti nazionali ed internazionali : Pietro Tonolo, Gregory Jones, Elisabeth Howard, Sheila Jordan, Norma Winston, Vana Gierig.Svolge anche attività di produttore, arrangiatore e ingegnere del suono. Le sue esperienze concertistiche toccano tutta l’Italia con vari stili e generi musicali e con ogni tipo di formazione (dal duo alla big band). Valerio Morelli ha al suo attivo collaborazioni con Stefano Bollani, Gianluca Tagliazucchi, Vana Gierig, Gregory Jones, Stefano Rapicavoli, Stefano Negri,Walter Paoli, Dario Cecchini, Titta Nesti, Claudio Giovagnoli e molti altri. Ha prodotto CD con Carish Music, Splash Records

Marco Tosi

Insegnante di Batteria

Marco Tosi dagli anni novanta svolge intensa attività live, in studio di registrazione e didattica, in Italia, Svizzera e Germania, con la band Dr Mabuse, con la voce solista di Mia Cooper, e in seguito con molti altri artisti e progetti di fama nazionale. Con tutti questi registra album che vedono la partecipazione di noti musicisti come Franco Caroni, Giulio Visibelli, Onelia Soldini, e molti altri. In ambito strettamente jazz collabora tuttora stabilmente con Franco Baggiani, Giacomo Downie, Romano Pratesi, Amedeo Ronga, e con il trio Barniana dedito alla rilettura del repertorio del grande chitarrista Barney Kesser.